Flash: ecco perché ...

Flash si flash no, questo è da sempre un argomento che divide opinioni e pensieri in maniera netta gran parte dei fotografi.
O lo si ama, o lo si odia !
Prima di esporre il mio parere a riguardo voglio fare due punti sui pro e sui contro.

PRO: padroneggiando l'uso di uno o più flash fai tua la luce, sei libero di modellarla e/o colorarla a tuo piacimento, permettendoti di ottenere foto molto creative.
Si può simulare un qualsiasi momento della giornata dal tramonto all'alba, nella maggior perte gli scatti sono programmati e studiati.

CONTRO: se non si fa in studio il volume dell'attrezzatura da scorrazzare è il doppio, se non si ha l'assoluta dimestichezza a lavorare con le impostazioni completamente manuali non si ottengono i risultati desiderati, non è una fascia di fotografia da "passeggio".

Bene, tirando le somme pare che per molti i pro non siano sufficienti per pareggiare i contro ... 
Ma allora perché usare il flash ?
A mio avviso c'è molta poca informazione sull'utilizzo del flash nel nostro paese, libri ed eBook sono prevalentemente in lingua inglese e quei pochi che trattano il capitolo lo fanno in maniera superficiale limitandosi a dire di non puntarlo in faccia al soggetto per non trovarsi a capire se i fotografati siano "umani" o "ectoplasmi" !! Oppure, con consigli da coach di basket "usalo di rimbalzo" !!
No no, il flash non è questo,il mondo lampista e un'altro, molto più complesso e pieno di sorprese, imparare a gestire da prima un singolo flash per poi passare a controllarne una serie vuol dire gestire la totalità della scena, avere il pieno controllo su tutto è una sensazione fantastica, è tutto nelle tue mani.
Sono entrato in questo mondo in punta di piedi curiosando scatti di grandi fotografi e chiedendomi come si potessero fare certe cose, la curiosità mi ha portato a studiare e sperimentare le tecniche sempre più attratto proprio dal fatto che gli automatismi qui non sono di casa, si fa tutto in manuale.
In principio non è stato semplice  proprio dal fatto che in italiano si trovava ben poco (ad oggi esiste una guida italiana per lampisti a dir poco fantastica composta da video tutorial di semplice intuizione ma di elevata qualità tenuti da Stefano Tealdi ), e tutt'ora una sfida continua che si affronta e si vince solo con tanta pratica ed esperienza accumulata, ma gli schiaffi in faccia sono stati tanti, ma quando si immortala un fantastico tramonto alle spalle di un soggetto ben esposto ed illuminato l'autostima esplode.
{Bravo, due pacche sulla spalla}
Tutto questo è per persone che: "il flash è il male della fotografia" "il flash non lo userei neanche morto" ecc ecc ...
Voglio solo dire che la passione e l'impegno sono le medesime che ci si mette in una fotografia di strada o paesaggio, si da solo un po' di "luce" in più dove serve.
Ma quando uno scatto ti emoziona poco importa se la luce è "naturale" oppure no, sono le sensazioni che fanno da padrone.

Il flash, dolce e irruento, duro e morbido, forte e delicato, sei solo tu a deciderlo, ecco perché ....

Ciao Marco

Scrivi commento

Commenti: 0