L'emozione di un Saggio

La settimana scorsa si è chiusa con il tradizionale saggio di danza di fine anno.
Ho avuto la fortuna e la soddisfazione di essere scelto come fotografo ufficiale dell'evento e per tanto mi è stato concesso il privilegio di poter assistere alle prove e girare tra le quinte per cercare di catturare qualche "emozione".
Emozioni che mi hanno letteralmente travolto, un cast composto da bambine di ogni età,adolescenti, insegnante e collaboratrici che con una dedizione ed un amore smisurato hanno portato in scena uno spettacolo sensazionale.
Non è il primo spettacolo che seguo, ma sinceramente non mi aspettavo di essere investito da così tanta emozione; ad un certo punto ho pure dubitato di non essere all'altezza di tutto ciò ...
La tensione si leggeva chiaramente negli occhi di tutti, grandi e piccini, una preparazione durata tantissimi mesi stava per essere svelata per la prima volta d'avanti ad un pubblico ... nessuno voleva sbagliare ... Buio, si apre il sipario, che lo spettacolo cominci !!!

... Alla chiusura dello stesso, le tensioni lasciano spazio a gioia e abbracci liberatori, consapevoli di aver portato a termine duri mesi di prove e sacrifici, e tutto ciò solo per amore e pura passione per ciò che fanno.
Spesso ci si dimentica cosa vuol dire "sacrificio", soprattutto se non si ha un riscontro economico; in questo caso l'insegnante ha pagato tutte le sue ragazze regalando l'oro l'emozione e l'orgoglio di aver portato a termine un progetto facendogli fare un'esperienza di vita, fatta di aiuto reciproco e impegno per arrivare sempre dove si vuole senza mai arrendersi.
Le salite sono dure e a volte lunghe, ma bisogna sempre provarci, e una volta in cima gridare :"c'è l'ho fatta"  ripaga sempre !!!

Volevo ringraziare tutti per avermi reso partecipe da vicino alle vostre emozioni che spero di potervi restituire con i miei scatti.


P.S. Purtroppo non posso pubblicare foto dell'evento dato che riprendono minorenni e non possiedo liberatorie per poterlo fare.
Vi lascio con una foto di repertorio .... 

Ciao Marco

Scrivi commento

Commenti: 0